La flora e la fauna

La flora in Etiopia è argomento molto vasto. La vegetazione qui varia dalla foresta, alla savana alle specie tipiche del deserto, tutto ciò è dovuto alle differenze di altitudine e latitudine. Nella zona diciamo più bassa tra i 600 e 1800 metri la vegetazione si pregia di acacie, euforbie anche endemiche che arrivano ai 10 metri di altezza ed infine i baobab. Il Baobab è un albero millenario dalla grandezza smisurata, il cui frutto è molto buono e nutriente e da cui si può ricavare una bevanda  molto dissetante, e dai semi invece viene ricavato un olio particolare. La leggenda africana racconta che dovuta alla propria bellezza e maestosità il baobab un tempo era molto vanitoso e Dio per punirlo lo capovolse punendolo, ed ecco il motivo per cui la chioma del baobab somiglia a delle radici di albero. Nella Dancalia e nell’Ogaden(parte confinante con la Somalia) l’ambientazione è di tipo desertico mentre nel sud-ovest si trovano i ficus, il tamarindo e l’endemica ensete il falso banano, ed infine il caffè selvatico.  Nelle lunghe e assolate savane del sud cresce anche la rosa del deserto una pianta con piccoli fiori rosa e con un succo altamente tossico che viene usato anche come veleno. La zona  più elevata detta dega, compresa tra i 1800 e 2500 metri, il cui nome deriva dalla vite che lì viene coltivata; è composta da acacie anch’essa, euforbie, il ginepro, il podocarpo e l’aloe. L’aloe viene usata anche come pianta medicinale per le più svariate patologie di tipo infiammatorio. Nei monti Bale sopra i 4000 metri troviamola lobelia gigante , pianta con un fusto oltre di due metri con bellissime e lunghe foglie. L’eucalipto che nell’altopiano dell’Etiopia si trova in molte parti, venne introdotto dall’Australia, per far fronte al progressivo disboscamento provocato in gran parte dall’uomo. La savana ha invece una vegetazione tipica del luogo stesso e rappresenta uno spettacolo incredibile e assolutamente unico. Può essere una semplice ma estasiante distesa quasi un mare d’erba, a cespugli, oppure a boscaglia o alberata. All’interno vivono le più svariate specie di piante con le più svariate razze di uccelli che vanno a nidificare al loro interno.

 

Babbuini Gelada al Simien ParkAnche la fauna varia col variare del clima, del territorio o della presenza o meno d’acqua. Nella savana per esempio troviamo il dik dik, piccola antilope, oppure l’orice, la gazzella e lo struzzo. Nella Rift Valley e andando verso il sude del paese invece, possiamo trovare zebre, antilopi, gnu, bufali, elefanti, facoceri, leoni, leopardi, iene e sciacalli. Tra l’altopiano, le basse terre e la savana l’Etiopia ha il più grande numero di specie animali dell’Africa anche se spesso questo non salta così facilemente all’occhio. Basti pensare alle innumerevoli specie di uccelli e di animali acquatici presenti in quello che è il territorio con più acqua del continente, grazie ai suoi laghi ed agli innumerevoli fiumi. Facili da trovare in quest’ultimi luoghi è il pellicano ed i meravigliosi fenicotteri.