Etiopia del sud - Celebrazione Salto del toro

Etiopia del sud. Abbiamo partecipato al salto del toro un rito di passaggio per i giovani dell'etnia Hammer la più numerosa nel sud dell'Etiopia. L'iniziato riceve una corteccia con un numero di nodi,segni che scandiscono i giorni di avvicinameto all'evento. Con un giro di opportune telefonate veniamo avvertiti, ci saremo. Arrivati assistiamo a questo rituale ancestrale e ci sentiamo dei privilegiati.

Il giovane completamente nudo simboleggia il passaggio alla  sua nuova vita come quando nacque così è senza nulla addosso. Viene inoltre rasato con una particolare acconciatura che lo distingue da tutti gli altri maschi del villaggio. Questa operazione viene effettuata come tutta la preparazione all'evento dai "maz" giovani che hanno già effettuato la prova consuccesso. Spalmato di letame con dovrà saltare sulla schiena di tori messi uno fianco all'altro e tenuti da altri maschi del villaggio e lo deve fare per quattro volte di seguito. La caduta sarebbe un'onta che la comunità non accetterebbe, in quanto il giovane verrebbe preso in giro per il resto della sua vita e ne segnerebbe il futuro. Viene comunque accettata una sola defezione.

 

Al termine effettuato con successo il salto il giovane diventa un maza. Le donne parenti dell'iniziato, vengono frustate dai maza e questo dimostra l'amore per il ragazzo che sta rinascendo a nuova vita di uomo naturo, Le cicatrici per le giovani donne hammer sono simbolo di grande orgoglio, anche se ora le cose stanno lentamente cambiando.

 

 

Foto di Maurizio Benedettini 

Viaggitribali