ETIOPIA CLASSICA

NORD

ETIOPIA CLASSICA

 

Tour del Nord in 15 giorni

 

 

  • IMPEGNO MEDIO
  • VIAGGIO VIA TERRA 
  • DURATA 15 GIORNI
  • VIAGGIO CULTURALE NEGLI ALTOPIANI DEL NORD
  • CON GUIDA LOCALE ESPERTA 

 

UN VIAGGIO RIVOLTO A… Viaggiatori esperti, persone che non ritengono il comfort una priorità, ma che cercano l’approfondimento culturale e il contatto con le antiche culture e la natura incontaminata. Questo richiede spirito di adattamento e pazienza per qualche faticoso trasferimento.       

E’ necessario informarsi sullo stile di viaggio prima di partire e per affrontare in modo consapevole e corretto vi preghiamo di leggere attentamente quanto riportato nel nostro sito.

 

EMOZIONI… Un tuffo nella storia e nelle tradizioni dell’antica Etiopia, visitando chiese castelli e palazzi che narrano una millenaria cultura. Le chiese del Tigrai, le steli di Axum, le isole e i monasteri del lago Tana, e Lalibela.. la Gerusalemme d’Africa con le sue undici meravigliose chiese monolitiche scavate nella roccia. Il tragitto sarà costellato da visioni di meravigliosi campi fioriti, coltivati da contadini che lavorano la terra in modo arcaico e cieli dove la luce diurna dal color cobalto farà da contraltare alla notte buia costellata di stelle. Caratteristica importante sarà l’incontro con le persone del luogo, con i villaggi in bilico sulle montagne, con i tanti pellegrini in cammino. Visiteremo i mercati pieni di colore e di profumi e ci confonderemo con figure  avvolte nei loro shamma e gabi bianchi accompagnati dal loro dula, bastone in legno da passeggio. Qui potremo distinguere diverse etnie: Ahmara, Tigrini, Oromo; popoli fortemente radicati nella loro cultura cristiana.

 

I NOSTRI SERVIZI…Alberghi: hotel 4 stelle ad Addis Abeba, alberghi classificati 3 stelle nelle altre località da programma. La classificazione in Etiopia non corrisponde agli standard europei. In ogni caso sono selezionate le migliori strutture disponibili. E’ richiesto buono spirito di adattamento. Mezzi di trasporto: bus, mini bus e fuoristrada (dipende dal numero di partecipati) in ottime condizioni. Per oltre 10 partecipanti Bus Coaster. I bagagli sono quasi sempre caricati sopra il mezzo di trasporto. Imbarcazioni locali a motore per visite sul Lago Tana.

 

ALBERGHI:

  • Kombolcha Sunny Side (unico hotel CATEGORIA BASSA)
  • Lalibela Lal Hotel o sim.
  • Mekele Axum Hotel o sim
  • Axum Sabean / Yeha hotel o similare
  • Debark Giant Lobelia 3* (CATEGORIA BASSA)
  • Gondar Taye Hotel o sim
  • Bahar Dar Homeland Hotel o sim
  • Addis Abeba Eliana Hotel o sim. 

 

Itinerario di viaggio

 

1° giornoItalia 

Imbarco dai principali aeroporti italiani. Pernottamento e pasti a bordo.

 

2° giorno: Addis Abeba – Kombolcha m 2470 / km 375

Arrivo a Bole International Airport. Procedure di sbarco. Accoglienza all'uscita dell'aeroporto. Intera giornata di viaggio su strade pittoresche ed asfaltate. Attraverseremo i coloratissimi mercati locali, caratterizzati da mescolanze di razze quali Semiti e Cusciti. Visiteremo alcuni villaggi Oromo ed Amhara, tra ampie vallate coltivate in modo ancora arcaico e disseminate da piccoli tukul circondati da piante di aloe e boschi di eucalipti. I paesaggi in particolare dopo la stagione delle piogge vi lasceranno senza parole. Da segnalare un passo chiamato dai locali “la finestra di Dio”. Inoltre per gli appassionati etnografici indichiamo il villaggio Shewaerobit dove vive l’etnia Kamise, Sottogruppo oromo musulmano seminomade riconoscibile dalle gonne usate anche dai maschi e dai molteplici talleri di Maria Teresa indossati dalle donne. Cena e pernottamento nell’unico hotel possibile a Kombolcha.

 

3° giorno: Kombolcha – Dessi – Weldia – Lalibela (Roha) m 2600 / km 300 km

Intera giornata di viaggio. Il tragitto si snoda su strade asfaltate fino Weldia. Attraverseremo Dessi nel pieno della regione Amhara. Qui con un po’ di fortuna in particolari giorni della settimana, potremmo vedere dei mercati locali, come quello che a Sirinka piccolo villaggio locale si svolge al giovedì e alla domenica tipico mercato dell’etnia Amhara - Wollo. Altra etnia interessante Wollo è quella che incontreremo nei pressi di Mersa, nome stesso del sottogruppo etnico. Segnaliamo la strada in direzione di Uccialli, in questa piana in cui sorge la cittadina fu firmato il 2 maggio 1889 il trattato fra Italia ed Etiopia da cui nacque la controversia che portò alla guerra fra i due Paesi (1895-1896) conclusa ad Adua con la sconfitta dell’Italia. Svolta sulla strada sterrata di circa 30 km che porta a Lalibela (Roha). Il percorso viene frammentato da varie soste per ammirare zone d’interesse paesaggistico. Il saliscendi che si arrampica da m 2400 a m 3200 è assolutamente maestoso, formato da ambe e da vulcani inattivi con squarci naturalistici di impatto esaltante. Arrivo in serata a Lalibela.

 

4° giorno: Lalibela (antica Roha) – Ottava Meraviglia del Mondo

Intera giornata dedicata alle visite delle undici chiese. Lalibela, nata dall’omonimo Re, grazie all’isolamento avuto nel tempo ha mantenuto inalterata la propria bellezza e la sacralità del luogo. Questo complesso di undici chiese rupestri è stato costruito come dice la leggenda con l’aiuto degli angeli o, come raccontano alcune cronache etiopiche, con l’aiuto di operai provenienti dall’Egitto coordinati dalla grande conoscenza di raffinate tecniche costruttive degli architetti del tempo. Vennero scavate nella roccia undici chiese monolitiche congiunte con gallerie, tunnel, passaggi anch’essi scavati nel ventre della terra. Infine venne creato un fiume per dividerle chiamato “Giordano”. Le chiese sono di due tipi: ipogea, in cui la facciata è scavata sotto terra nella roccia ed è frontale, epigea in un unico blocco esterno ancorato a terra dalla base da cui viene estratta la forma della chiesa (come la più famosa S. Giorgio). Tutte queste chiese sono scavate all’interno e svuotate ed arricchite da nicchie, capitelli, pilastri e finestre dalle varie forme. L’insieme delle undici chiese che si visiteranno sono state dichiarate patrimonio mondiale dall’UNESCO. Tempo a disposizione visiteremo inoltre la chiesa di Na’akuto La’ab. Questa chiesa è un piccolo gioiello in quanto è stata ricavata all’interno di una roccia caratterizzata da stalattiti dai quali scende perennemente dell’acqua ritenuta santa e raccolta in acquasantiere in pietra usate per le benedizioni e battesimi. Il gentile sacerdote ci farà vedere preziosi manoscritti, antiche corone e croci alcune risalenti all’epoca della dinastia imperiale Zagwe.

 

5°giorno: Lalibela – Sekota – Korem – Mekele (285 km.)

Intera giornata di viaggio dedicata al trasferimento verso il Tigray la regione più a nord dell’Etiopia. Durante il tragitto, sono previste varie soste paesaggistiche, ed alcune visite ai villaggi tipici. La strada costeggia la grande scarpata che porta alla depressione dancala con uno scenario maestoso. Attraverseremo il passo dell’Amba Alagi, luogo di storica memoria dove fu combattuta la sanguinosa battaglia tra le truppe italiane e quelle del Negus. Potremmo ammirare lungo il percorso il lago Ashenge, con uno scenario fiabesco situato tra le verdi montagne.  In serata arrivo a Mekele (Makkalè), capitale della regione Tigrai.

 

6°giorno: Giorno dedicato alla visita delle chiese di Gerealta

Giornata dedicata alla visita delle chiese rupestri, scolpite nelle pareti rocciose o in grotte preesistenti. Geralta è il nome del plateau di roccia rossa, disteso in alto a nord-est di Wekro e a sud del Tembien. Possiede una delle tre prime chiese scavate nella roccia d’Etiopia. Solamente un terzo delle 150 Chiese e oltre sono state scoperte. Grazie ai loro complicati accessi, le chiese sono state per lungo tempo intoccate. Molte di queste vennero alla luce nel XIV sec. Dopo un breve tragitto inizieremo dei trekking alla ricerca delle chiese di Adi Keshi e Michael Imba. Per lungo tempo sono rimaste sconosciute anche agli altri etiopi che non fossero della regione del Tigray sono citate da Ivy Pearce come il patrimonio storico e culturale più grande del popolo etiope. Vi si possono trovare al suo interno molti dipinti e manufatti di epoca medievale.

 

Sono possibili le visite ad altre chiese in alternativa (FACOLTATIVA) a quelle citate previo sottoscrizione e liberatoria:

Chiesa di Abune Yemata Guh, che si narra sia stata fondata da uno dei nove Santi Siriani vissuti in Etiopia nel VI secolo. Questa è sita nel mezzo di una parete perpendicolare. Per affrontare questi percorsi è necessaria un’ottima forma fisica. Saliremo con una breve arrampicata. All’interno della Chiesa si possono ammirare splendidi murali ottimamente conservati e attribuiti al V° sec. Nel pomeriggio affronteremo un’ora di salita, che ci condurrà alla chiesa di Debre Mariam Koror, unica in quanto ad arte murale antica risalente al XII secolo. Inoltre visiteremo una cappella di un famoso monaco del XIV sec. chiamato Abba Daniel. Questi gioielli architettonici sorgono nascosti fra le montagne, spesso raggiungibili dopo camminate attraverso aridi e rocciosi paesaggi.

 

7°giorno: Mekele – Axum (visita a Yeha)

Intera giornata dedicata al raggiungimento di Axum. Giornata molto impegnativa ricca di località da visitare, nell’ordine di percorso incontreremo: Wekro: visita alle due chiese nella roccia risalenti al IV sec. , che la leggenda vuole siano state fatte scavare dai re gemelli Abreha e Asbeha, a cui la storia attribuisce l’avvento della cristianità in Etiopia. Adigrat/Adwa: in questo tragitto si potranno osservare le case in stile Tigray la cui particolarità consiste nell’essere interamente costruite con blocchi di roccia, dalle fondamenta al soffitto. Yeha: visita al tempio della Luna. La parte più antica rappresenta un’importante testimonianza dell’antica civiltà precristiana etiopica risalente al V secolo A.C. Le rovine consentono di distinguere un grande ambiente di forma oblunga delineato da enormi blocchi di roccia. Nell’attigua costruzione, edificata in periodi successivi, è stata allestito un museo dove vi sono raccolti molti antichi manoscritti, corone, croci e altri tesori unici nella storia d’Etiopia. Adwa: teatro nel 1 marzo 1896, di una delle più significative battaglie sostenute dagli Etiopi per la riconferma dell’unità e della sovranità della moderna nazione d’Etiopia, primo ed unico paese indipendente d’Africa. Arrivo in serata ed inizio delle celebrazioni. Tutti i numerosi fedeli con delle particolari candele illumineranno la notte ad Axum.

 

8°giorno: Axum e dintorni. Il regno della Regina di Saba.

Axum: misteriosa ed antica città, considerata anch’essa patrimonio dell’UNESCO, occupa un’importante posizione nella storia d’Etiopia. Le narrazioni nel Kebra Nagast (Libro dei Rè) riportano questa epica città come la prima capitale della Regina di Saba. Tra le testimonianze più caratteristiche della civiltà Axumita sicuramente vi sono gli obelischi con la stele più grande al mondo scolpita dall’uomo” (33mt di altezza per 500 ton. di peso. Altri importanti reperti storici sono la tomba del re Kaleb e di suo figlio re Gebre-Mesken, nonché le rovine del Palazzo della Regina di Saba. Inoltre un piccolo museo contenente reperti risalenti all’epoca del grande regno axumita sito a fianco alla chiesa di St. Maria di Zion, dal modesto aspetto ma dallo straordinario interesse che suscita nell’immaginario collettivo in quanto gli Etiopi affermano contenere la mitica ARCA dell’ALLEANZA.

 

9°giorno: Axum – Montagne del Simien - Debark (km 180) A.3200

Intera giornata di viaggio. Il tragitto è impegnativo e si snoda nella valle del fiume Tekezzè in uno scenario che muterà a seconda dell’altitudine; si scenderà fino a quota 900 metri per poi ritornare sull’altipiano da quota oltre i 3000 metri. All’arrivo lo scenario della città di Debark vi colpirà con un piatto paesaggio d’alta montagna che circonda la città con un manto verdeggiante e collinare. Pernottamento in hotel. In questo tratto consigliamo su richiesta il volo interno Axum / Gondar.

 

10°giorno: Debark (Montagne del Simien) – Gondar km 205 – m 2130

Questo tragitto si snoda attraverso una vecchia strada italiana degli anni trenta, incredibile opera ingegneristica del tempo. Accosteremo il meraviglioso scenario dei monti Simien in un paesaggio unico e spettacolare. Questo percorso è un saliscendi fra i 2000 ed i 3000 metri di altitudine. Una giostra di viste mozzafiato. Nell’indimenticabile percorrere di questa strada vedremo picchi elevati come il monte Ras Dashan il più alto d’Etiopia (m 4534).  Tutte queste montagne innumerevoli sono caratterizzate da colori che variano dal marrone al rosso della terra al verde abbagliante della vegetazione. Spaccature nella terra, ambe piatte, un continuo saliscendi di emozioni. Arrivo previsto in tarda serata.

 

11°giorno: Gondar - Bahar Dar (km 180)

In mattinata visita ai castelli più antichi e famosi d’africa, quelli di Gondar e la Chiesa di Debre Berhan Silasie. Questa incredibile città medioevale africana, fu fondata dal re Fasiladas (Fasil) nel 1635 D.C. e fu capitale d’Etiopia per ben 250 anni. Gondar situata su di una collina ai piedi delle Montagne del Simien, ad una altitudine di 2200 metri, deve la sua importanza alla strategica posizione che le permise di resistere più volte agli assedi dei musulmani, ed autonomia dalle ingerenze esterne come quelle esercitate dai gesuiti portoghesi durante il regno di Fasiladas. Dopo la visita ai resti dei castelli, si osserverà la piscina reale di Fasiladas, interamente scavata nella roccia e di seguito ammireremo la chiesa di  Debre Berhan Silasie chiesa edificata da Eyasu I , nipote di re fondatore. Gli affreschi di questa chiesa (in particolar modo i dipinti angelici del soffitto) rappresentano uno dei più significativi esempi dell’arte figurativa etiopica. Gondar è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. Trasferimento a Bahar Dar sulle splendide sponde del Lago Tana.

 

12°giorno: Bahar Dar - Lago Tana – Cascate del Nilo Azzurro

La visita alle cascate del Nilo Azzurro prevede l’approdo ad un terrazzo naturale in posizione panoramica dopo una breve camminata di una mezzora circa. Purtroppo queste hanno perso parte della loro maestosità a causa di una diga artificiale che ha ridotto sensibilmente la loro portata d’acqua, che era di circa 400 metri di larghezza. Nel pomeriggio navigazione in motobarca sul Lago Tana. I preti copti nel XVI sec. si spostarono sulle isole per salvare le proprie tradizioni ed il patrimonio di testi sacri e religiosi. Navigheremo in barca fino a raggiungere la penisola dove è stata eretta, nel XV sec. la chiesa di Ura Kidame Mehret. Questo monastero sito nella penisola di Zeghie immerso in una meravigliosa vegetazione con piante di caffè selvatico e simpatiche scimmiette sugli alberi, mostra una meravigliosa serie pittorica di scene bibliche e di vita dei Santi locali. In seguito l’isola di Dek con la chiesa di Narga Selassie. Queste chiese sono particolari per essere state costruite con una forma circolare che determina una costante temperatura fresca all’interno e conferisce al tempo stesso una particolare resistenza del tetto in paglia e legno in caso d’incendio. All’interno delle chiese sono custoditi antichi oggetti di culto e reliquie. A completare la suggestione di questo piccolo angolo di paradiso è l’immagine delle loro originali barche di papiro e della fauna del lago stesso.

 

13°giorno: Bahar Dar – Addis Abeba (520 Km)

Intensa giornata di viaggio, dedicata al rientro verso Addis Abeba. Pranzo al sacco. Il percorso si snoderà attraverso strade ricche di colori e dagli intensi profumi di spezie. Arrivo in serata ad Addis per la cena e il meritato riposo in hotel. Il tratto più interessante, vera meraviglia geologica, è rappresentato dalla “Blu Nile Gorge” (gola del Nilo Azzurro) un lungo canyon, con profonde voragini che si allungano a perdita d’occhio. La grandezza di questo canyon (la cui lunghezza supera i 40 Km) può ben reggere il confronto con il più famoso Gran Canyon americano.

 

14°giorno: Addis Abeba - tour della città

Giornata dedicata alla visita della capitale. Addis Abeba in Amarico significa “nuovo fiore”. Fondata per volontà dell’Imperatore Menelik alla fine del XIX secolo. Città in forte ascesa perché politicamente strategica, teatro del nuovo corso del moderno continente africano, infatti ospita la sede centrale dell’OUA (Organizzazione Unione Africana) e dell’ECA (Commissione Economica delle nazioni Africane), ospita inoltre sedi di molteplici Organizzazioni Internazionali, e più di 105 Ambasciate. Addis Abeba è  universalmente considerata capitale d’Africa. Segnaliamo la visita al Museo Nazionale Archeologico interessante per i reperti sabei della grande civiltà axumita e per la celeberrima Lucy o Dinquinesh (in amarico significa “Tu sei meravigliosa”) il primo ominide ritrovato nel 1974 nella valle dell’Awash i cui resti fossili risalgono a 3,5 milioni di anni fa’. Di seguito il Museo Etnografico sito nella residenza Imperiale dell’ultimo Negus d’Etiopia Haile Selassie, ritenuto uno dei migliori d’Africa. Al termine delle visite è prevista la sosta al “Mercato”. Con questo termine generico, reminiscenza del periodo coloniale Italiano, viene chiamato quello che risulta essere il più grande mercato all’aperto dell’Africa. Mercato che suddiviso in diversi settori (simili ad interi quartieri), propone le più disparate tipologie di merci tra i quali i tipici souvenir turistici. In serata cena di arrivederci. Trasferimento all’aeroporto Internazionale Bole per il volo notturno di rientro in Italia.

 

15°giorno: Italia

Pernottamento a bordo. Arrivo nei principali aeroporti italiani.

Fine dei servizi.

 

Quota di partecipazione in camera doppia a persona a partire da:

 

Con guida locale in lingua italiana:

 

  • € 2.510 base 2 partecipanti 

  • € 2.420 base 3 partecipanti 

  • € 2.120 base 4 – 9  partecipanti 

  • € 1.780 base 10 partecipanti 

 

Con guida-driver locale in lingua inglese:

 

  • € 2.210 base 2 partecipanti 

  • € 2.120 base 3 partecipanti 

  • € 1.820 base 4 – 9  partecipanti 

  • € 1.480 base 10 partecipanti 

 

NB: il prezzo proposto è stato calcolato con i servizi annessi in loco di ottima qualità che ne garantiscono la buona riuscita e la sicurezza dello svolgimento del tour.

Mezzi di trasporto di recente fabbricazione in OTTIME CONDIZIONI, con aria condizionata, revisionati ed autorizzati al trasporto del turismo. Jeep Land Cruiser Toyota 4×4, max 5 posti – anno 2012. Bus Coaster Toyota, max 16 posti – anno 2007. Drivers autorizzati ed esperti conoscitori delle rotte stradali. Guida in loco parlante italiano/inglese esperta e qualificata. Alberghi tra i migliori disponibili in loco al momento della prenotazione. Pernottamento in pensione completa con acqua minerale ai pasti. Acqua minerale a disposizione dei passeggeri durante il tour. Camera di cortesia prima della partenza.

 

Tasse aeroportuali volo Internazionale € 250 indicative e da riconfermarsi solo al momento dell’emissione del biglietto ESCLUSE

Assicurazione Base Spese Mediche e Bagaglio (con massimali fino a € 10.000) COMPRESA

Supplemento assicurazione integrativa € 50 con copertura fino a € 50.000 (consigliata) ESCLUSA

Assicurazione Annullamento (su richiesta) ESCLUSA

Supplemento camera singola  € 190 ESCLUSA 

Quota d'iscrizione € 100 COMPRESA

Durata 15 giorni, 12 notti

Pernottamento hotel, lodge

Documento indispensabile passaporto con validità di almeno sei mesi dalla data di partenza del viaggio

 

Programma idoneo a chi non ha problemi nelle lunghe percorrenze sulle strade africane

 

Vaccinazioni e precauzioni sanitarie Non ci sono vaccinazioni obbligatorie: sono consigliate le vaccinazioni per la Febbre Gialla e l’antitetanica oltre alla profilassi antimalarica nelle zone del bassopiano. Gli ospedali si trovano solo nelle maggiori località. È necessario portare con se la scorta dei medicinali che vengono assunti regolarmente, o di cui si prevede l’uso. È consigliabile una assicurazione medica, che preveda anche il rimpatrio in caso di emergenza sanitaria.

 

Avvertenze di viaggio Il viaggio in Etiopia presenta diverse problematiche dovute alla mancanza di preparazione del Paese nell’accogliere un turismo che è ancora agli albori. La carenza in alcune strutture alberghiere sia per la parte organizzativa che igienica e la scarsa manutenzione, fanno risultare il tour difficile per il comune viaggiatore (ad esempio può capitare di non avere acqua corrente e a volte acqua calda). Negli alberghi il personale è molto disponibile ma con tempi e modalità diverse dalle abitudini occidentali. Nelle strutture alberghiere mancano quasi sempre gli ascensori. Segnaliamo che al di fuori della capitale, gli alberghi sono mediocri ed alcuni basici. Il cibo normalmente è di buona qualità anche se noi consigliamo alimenti solo cotti e frutta con la buccia. Sconsigliamo bevande sfuse (succhi già preparati ed allungati a volte con acqua o ghiaccio non potabile). Oltre a questi consigli avvertiamo che in alcuni tratti le strade sono di difficile percorrenza e che il chilometraggio non rappresenta la nostra percezione di durata del tragitto (es: km 200 = ore 6 su alcuni tratti). Sconsigliamo il viaggio a chi non presenta spirito di adattabilità, buone condizioni di salute e a chi crede di fare una “vacanza” di altro tipo. L’Etiopia è uno dei paesi più poveri al mondo.

 

Nota Alcune modeste variazioni potranno essere realizzate dall’organizzazione, se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo per ragioni tecnico operative. Segnaliamo che a volte le prenotazioni degli alberghi già confermate in Italia nella “lista hotel”, potrebbero subire variazioni in quanto il Governo si riserva in caso di meeting o conferenze di occupare la struttura a prescindere delle prenotazioni fatte. Questo può avvenire anche in caso di festività in quanto gli alberghi potrebbero fare overbooking e non garantire la prenotazione confermata in Italia. In ogni caso verrà sostituita la prenotazione con pernottamenti disponibili in zone adiacenti. Non è garantita in questo caso la stessa categoria confermata in Italia.

 

Viaggiare con sostenibilità

Viaggitribali Tour Operator collabora con la ONLUS www.comboniane.org, un’organizzazione che opera nel territorio Etiopia e in Africa con aiuti concreti alle comunità in gravi difficoltà economiche e sanitarie. Stiamo raccogliendo fondi per la realizzazione di un pozzo all’interno di un asilo nella comunità di Manjare - Etiopia (a circa 200 Km da Bahar Dar) e per la realizzazione di una casa per infermieri che necessita di ristrutturazione nella località vicina di Mandura - Etiopia. Per ogni contratto verrà devoluta la somma di € 10 a persona che verrà destinata alla fondazione. Suor Mariolina Cattaneo è la responsabile del progetto.

Per ulteriori informazioni la sede della Fondazione Comboniane nel mondo ONLUS è in:

V.le Tito Livio 26 00136 Roma Tel. 06 35429680

 

La quota comprende

  • Volo di linea internazionale in classe economica
  • Tutti i trasporti e i trasferimenti esclusivi e riservati per il tour
  • Mezzi di trasporto in ottime condizioni
  • Driver qualificati / autorizzati
  • Assistenza in loco di una guida qualificata parlante italiano o inglese durante il tour
  • Assistenza di ulteriore guida locale in ogni località 
  • Sistemazione in camere doppie 
  • Camera di cortesia ultimo giorno in capitale
  • Trattamento di pensione completa
  • Acqua minerale ai pasti con a scelta 1 the o 1 caffè
  • Acqua minerale a disposizione durante il tour 
  • Ingressi a tutti i siti indicati da programma
  • Escursione in motobarca sul Lago Tana
  • Tasse d’ingresso nei parchi, villaggi, musei, chiese e monumenti durante il soggiorno con visite guidate
  • Cena di arrivederci ultimo giorno 
  • Assicurazione base medico bagaglio (spese massimali € 10.000)
  • Quota d’iscrizione
  • Diritti d'agenzia

 

La quota non comprende

  • Tasse d’ingresso U$D 50 da pagarsi in aeroporto all’arrivo (anche pagabili in EURO)
  • Tasse aeroportuali definibili solo al momento dell’emissione dei biglietti e eventuali adeguamenti carburante
  • Assicurazione spese mediche integrativa (spese massimali € 50.000)
  • Assicurazione annullamento
  • Avvicinamento dai principali aeroporti italiani
  • Camera singola
  • Bibite alcoliche
  • Tutte le mance, extra personali
  • L’uso della fotocamera e videocamera nelle chiese, nei musei, nella ripresa di persone, abitazioni e cerimonie tradizionali
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
Richiedi subito ulteriori informazioni, compila il modulo e sarai ricontattato al più presto:
Nominativo Città
Telefono Email
Note
 
Inserisci il codice di controllo che appare nell'immagine sotto
CAPTCHA Image icon right
  Accetto il trattamento dei dati personali